business 5000788 1280

In vista della ripartenza delle attività didattiche in presenza si pubblica l'integrazione  al Patto  di Corresponsabilità Educativa per emergenza Covid-19, con le indicazioni del CTS in merito alle 'precondizioni' per la presenza a scuola degli studenti. 
Il Patto di Corresponsabilità è un documento pedagogico di condivisione scuola-famiglia di “intenti” educativi ed è pure un documento di natura contrattuale. Infatti esso viene sottoscritto dal Dirigente Scolastico in qualità di rappresentante legale dell’Istituto e dai genitori o dagli esercenti la responsabilità genitoriale. Il Patto di corresponsabilità prevede l'impegno delle famiglie o degli esercenti la potestà genitoriale a rispettare le seguenti  'precondizioni' per la presenza a scuola nel prossimo anno scolastico: 
La precondizione per la presenza a scuola di studenti (...) è:
- l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5° C anche nei tre giorni precedenti;
- non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
- non essere stati a contatto con persone positive, per quanto a propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni
All’ingresso a scuola NON è necessaria la misurazione della temperatura corporea.
Chiunque ha sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5°C dovrà restare a casa.

Pertanto si rimanda alla responsabilità individuale rispetto allo stato di salute [... ]dei minori affidati alla responsabilità genitoriale." (parere tecnico del CTS del 28 Maggio 2020, adottato dal Ministro dell'Istruzione e parte integrante del Piano scuola 2020-2021 di cui al DM n. 39 del 26 Giugno 2020). 
 Detta integrazione è sottoposta a firma per tutti i genitori degli allievi nuovi iscritti e per gli allievi già iscritti in Istituto (tutte le classi ed indirizzi) vige a far data da oggi come integrazione del patto stesso e va presentato a scuola prima dell'inizio delle lezioni.